In carne ed ossa

Siamo noi, in carne ed ossa, presenti questa sera , Venerdì 23 Maggio,  ore 19.30, Piazza Altichieri (municipio), Oppeano.

Annunci

intervista alla lista

IMG_9892.JPG

Ieri sera Oppeano Città Viva ha presentato alla scuola elementare di Ca’ degli Oppi la sua lista e il suo programma con una serata ufficiale..  che di formale però non ha avuto che l’invito: i nostri Magnifici 12 infatti, dopo aver salutato i numerosi ospiti, hanno risposto alle domande di Serena Marchi, aspirante Sindaca, ieri in veste di giornalista (la sua professione ufficiale), sul programma del gruppo per Oppeano.

I punti del programma sono stati così esposti dai singoli candidati in base alle proprie competenze e alla propria esperienza dimostrando e spiegando cosa voglia dire per loro amministrare la Cosa pubblica: portando rispetto ai cittadini, ai soldi pubblici e al territorio, mettendoci in tuttointelligenza, onestà, trasparenza e cuore.

Proprio la sensibilità, la buona volontà e la determinazione di voler veramente mettersi in gioco per cambiare la rotta dell’amministrazione Comunale sono i tratti che saltano all’occhio e chedifferenziano la lista Oppeano Città Viva e i suoi componenti dalle altre liste.

A termine della serata una piacevolissima sorpresa: Anna Maria Bigon Sindaca di Povegliano, uno dei comuni virtuosi del Veneto per attenzione al cittadino e per comportamento etico, ha portato la sua testimonianza come donna Sindaco.

Al secondo mandato sta portando all’attenzione di tutti come un Comune in mano ad una donna possa essere una reale svolta nella vita dei cittadini: maggior senso eticomaggiore attenzione ai bisogni del singolo e maggiore sensibilità. La sua linea di pensiero è semplice e disarmante: bisogna tornare a riscoprire il valore del senso di aggregazione e di comunità per poter riuscire a garantire ad ogni singolo bambino, il nostro futuro, il benessere e la tranquillità perché “per crescere un bambino serve un Paese”.

La visione di una donna a capo di un’amministrazione non è migliore di quella di un uomo ma è più concreta, determinata e sa gestire il tempo e i problemi in modo migliore..perchè non ha tempo da perdere. E Serena con la sua squadra sta correndo da Gennaio per dimostrarlo a tutti.

Vota Serena Marchi (Sindaca di Oppeano)

Tre appuntamenti per finire la campagna elettorale con lo stesso entusiasmo che ci accompagna dai tempi delle “serate ascolto”…

PROGRAMMA SERATE MAGGIO GIUSTO

20 Maggio ore 20.30, Cà Degli Oppi, Scuole Elementari:

Oppeano Città Viva presenta il programma, con i consiglieri  a fare da coro e Serena Marchi a dirigere l’orchestra. Sarà la “lista” a discutere con la cittadinanza il programma proposto agli inizi di Aprile.

Un modo sicuramente diverso di presentare i candidati consiglieri, che per loro caratteristiche hanno molto da dire, per esperienze nel mondo del lavoro, della salute, dell’istruzione e dello sport.

22 Maggio ore 19.30 Vallese, Parco Della Casetta:

Happy day, ovvero si balla con la musica di “Risky Business” e “Jack Graffiti”.

Tra un sorriso e l’ altro sarà proposta una cena a base di risotto.

23 Maggio, ore 19.30, Oppeano, Piazza Altichieri:

Comizio di chiusura campagna elettorale..

Sorridere al cambiamento è anche aver fiducia che la parola “comizio” possa prendere un significato diverso da quello  al quale ci hanno abituato anni di vuota serietà mascherata da giacca e cravatta.

Noi siamo Happy e biciclette, ma anche inchiesta, proposta e polso fermo.

Abbiamo un modo diverso, magari non migliore, di sicuro diverso.

 

Lavoro e ambiente

Schermata 2014-05-17 alle 13.30.07

Gente in piedi, tanto interesse.

A dirigere il traffico il giornalista Giovanni Vitacchio.

Tre gli ospiti a discutere con Serena Marchi sul difficile ma doveroso compito di mediare tra “lavoro”, “salute” e “ambiente”: Falvio Zanonato (ex ministro dello sviluppo economico che ha gestito il caso “ILVA”), Lorenzo Albi (legambiente), Vincenzo Cordiano (medico onco-ematologo).

Si è parlato del Polo Siderurgico di Vallese , composto da tre aziende siderurgiche che operano nella produzione di acciai da costruzione, lamiere da treno, coils laminati a caldo, lingotti da forgia, lamiere di alto spessore, acciai speciali e barre cromate.

Entrato in funzione nel 1992, occupa 400.000 metri quadrati, pari a 53 campi da calcio (estensione area stabilimento),più di 600 sono i dipendenti che lavorano nel Polo Siderurgico, circa 230.000 sono le tonnellate di materiale trattato, 5 Km di distanza dal fiume Adige, 280 metri di distanza dalle prime abitazioni civili.

Dal 2007 ad oggi la presenza del Polo Siderurgico di Vallese ha influenzato l’ambiente circostante modificando i parametri ambientali dell’ecosistema. Come documentato dai numerosi rapporti Arpav e riportato nelle Conferenze dei Servizi, i valori di cromo esavalente nei pozzi circostanti erano ben al di sopra dei valori di legge.

Il Polo Siderurgico funziona a ciclo continuo, 24 ore su 24.

Dalla sua entrata in funzione numerose sono state le segnalazioni e le interrogazioni del comitato Campagnola 894 e dei residenti della zona che lamentavano fenomeni di inquinamento acustico soprattutto durante le ore notturne.

Nessuno di Oppeano Città Viva ha mai dichiarato e mai dichiarerà di voler contrastare le iniziative economiche della zona, men che meno del Polo Siderurgico di Vallese.

Pretendiamo però che lo sviluppo vada di pari passo con la tutela della salute e dell’ambiente.

Serve un metodo chiaro per affrontare la compatibilità tra l’economia e il benessere del territorio.

Servono regole ben precise a garanzia dei lavoratori e degli abitanti del nostro territorio.

E’ necessaria una campagna di informazione costante che tenga aggiornati i residenti della situazione ambientale di cui gode il territorio.

Allo stato attuale esiste un problema di compatibilità tra lavoro e ambiente.

1- Essendo stato raggiunto il limite della compatibilità ambientale il Polo Siderurgico non ha ragione di essere ampliato

2- Deve esserci un rapporto tra informazione e controllo assiduo e costante

3- Deve cambiare il rapporto delle aziende nei confronti della comunità 

Oppeano Città Viva propone:

1- No ad un ulteriore ampliamento

2- Monitoraggio costante e continuo dei parametri ambientali e del rumore

3- Richiesta di un’indagine epidemiologica da parte dell’Ulss 21 sui residenti per capire e verificare se alcune patologie rientrano nella normale casistica o se esistono dei picchi statistici. Dovessero esserci, si procederà con un’indagine per capirne le cause

4- Richiesta alle aziende di aprirsi ai cittadini per far conoscere la loro attività e le azioni messe in atto per la tutela della nostra salute

Perché una SINDACA…

IMG_9525
Alessia Rotta intervista la nostra Sindaca.

La parola “Sindaca” è assolutamente perfetta, se suona strana, il problema è nostro che non la usiamo, e non siamo abituati a pensare “al femminile” un ruolo di potere, di gestione o semplicemente rappresentativo.
E’ un  modo diverso di vedere le cose, le pari opportunità passano anche da questo, dal riconoscere che ci possono essere altri punti di vista, non giusti o sbagliati, semplicemente diversi.

Tante domande, altrettante risposte che portano aria nuova in un territorio che ad oggi ha urgenza e bisogno di una nuova rotta.

Lavoro e Ambiente

LAVORO E AMBIENTE_A5

“Oppeano Città Viva” propone un incontro per discutere sul polo siderurgico che insiste sul nostro territorio.

Parteciperanno Flavio Zanonato, Lorenzo Albi, Vincenzo Cordiano e Serena Marchi.

Sarà una tavola rotonda, moderata dal giornalista di Telenuovo Giovanni Vitacchio, dove si tenterà di coniugare le ragioni dell’economia con la tutela della salute e del territorio.

Venerdì 16 Maggio ore 21.00 , Vallese (scuole elementari), via Spinetti 163